Manovra – assunzioni giovani under 35, sconto sui contributi del 50%

La manovra varata dal Consiglio dei ministri lunedì prevede sgravi al 50% per le assunzioni di giovani in tre anni, solo per il 2018 destinate agli under 35 mentre per gli anni successivi il limite di età scende a 29 anni. Non ci sono tagli ai superticket come richiesto da Mdp, mentre arrivano il rafforzamento del reddito di inclusione, il rafforzamento dell’Ape social e misure per i contratti a termine: continua l’attenzione per le fasce più deboli coperte dal sistema previdenziale.
Ecco in sintesi i contenuti
IVA, NIENTE AUMENTI
840 milioni di aumenti Iva sono già coperti con il dl fiscale (che cancella anche la quasi totalità dei rincari delle accise del 2019), poco meno dei 15 miliardi restanti sono invece garantiti dallo spazio in deficit e delle altre coperture della manovra.
SGRAVI PER I GIOVANI
Per le assunzioni stabili arriva lo sconto del 50% dei contributi per tre anni. Solo nel 2018 la soglia dell’età è fissata entro i 35 anni. Lo sgravio è portato al 100% per i giovani assunti al Sud. Vale anche per gli assunti a novembre e dicembre di quest’anno.
ECOBONUS, SISMABONUS


I due incentivi hanno funzionato e il governo ha deciso di riproporli, in versione ritoccata, anche per le case popolari.
BONUS GIARDINI
Vengono introdotte detrazioni del 36% per la cura del verde privato: terrazzi e giardini, anche condominiali. L’agevolazione riguarda aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere anche mediante impianti di irrigazione nonché a lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.
PACCHETTO IMPRESE
Sono confermati super-ammortamenti, anche se leggermente più bassi, al 130%, estesi anche a parchi veicoli pubblici e privati, e l’iperammortamento al 250%. In arrivo anche il nuovo credito d’imposta al 50% per la formazione 4.0.
ASSUNTI 1.500 RICERCATORI
Le assunzioni in Università ed enti di ricerca sono “nuova linfa”, ha spiegato Pier Carlo Padoan. Viene avviata l’armonizzazione delle retribuzioni dei dirigenti scolastici agli altri manager della pubblica amministrazione. Confermato anche l’impegno sugli scatti di anzianità dei docenti universitari.
PIÙ SOLDI PER PRESIDI E PROF
L’aumento da 85 euro in busta paga per i dipendenti pubblici vale circa 1,7 miliardi. A crescere saranno anche gli stipendi dei presidi, che verranno gradualmente equiparati ai dirigenti pubblici, e quelli dei professori universitari con la garanzia degli scatti di anzianità
PENSIONI
Per favorire le donne, arriva uno ‘sconto’ sull’Ape social di 6 mesi per figlio, per un massimo di 2 anni. Incentivi all’anticipo arrivano anche per i contratti a termine.
SPORT E IMMIGATI
Arriva norma per tesserare giovani immigrati senza permesso ma con almeno 4 mesi di scuola. Salva la scuola di basket di Castelvolturno Tam Tam. Norme anche per la maternità delle atlete. C’è uno sport Bonus per chi investe nella ristrutturazione di impianti.
BONUS 18ENNI
Il bonus cultura da 500 euro viene rinnovato, con un costo di 290 milioni. In forse le detrazioni per gli abbonamenti ai mezzi pubblici.

Scrivi la tua recensione:

commenti